Workshop 4Science

Giovedì 12 marzo 2020

Sala Marinetti

ore 12.00

RDM: Research Data Management, i vantaggi dell’adozione di strumenti open

Susanna Mornati

 

L'agenda dell'Open Science si va intensificando in Europa grazie ad EOSC e altre iniziative importanti a livello comunitario. Per partecipare alla rete europea della ricerca e non perdere la sfida con gli altri paesi dell'Unione, ciascun ateneo ed ente di ricerca deve attrezzarsi per offrire ai propri ricercatori uno spazio di raccolta, gestione, conservazione e disseminazione dei dati della ricerca. Gli strumenti open sono facili ed economici da adottare, consentono di rendere l'istituzione autonoma rispetto alle soluzioni commerciali, offrono tanti vantaggi in termini di visibilità, interoperabilità e collaborazione.

ore 14.00

Come facilitare l'incontro con i pubblici della biblioteca

Anna Busa

Esigenze e comportamenti dei pubblici sono influenzati sempre di più dalle nuove abitudini digitali e dai cambiamenti della società. Per la biblioteca capirne il linguaggio, le aspettative e i bisogni, è fondamentale non solo per migliorare servizi e proposte ma soprattutto per creare empatia e coinvolgimento. Le personas sono uno dei metodi che aiutano nello studio e nell’analisi dei pubblici. Complementari ai processi di segmentazione dei target, inserite nel processo di inbound, le personas creano interessanti condizioni di incontro fra nuove metodologie di progettazione come il design thinking e i concetti di audience development e audience engagement.

ore

14.30-16.00 

La digital library dell’Università di Pavia: IIIF e sostenibilità con la nuova piattaforma open source, per tutte le digital libraries

 

  • Le linee guida del progetto: scelte e scenari digitali (Paolo Nassi, Responsabile del Servizio Biblioteca Digitale - Università di Pavia)

  • La piattaforma Dspace-GLAM (Claudio Cortese, 4Science)

  • La navigazione con IIIF: come aprirsi ad una fruizione diffusa (Emilia Groppo, 4Science)

  • Il primo progetto di Digital Library GLAM-MAB (Gabriele Rossini, Responsabile del Servizio Biblioteche - Università di Pavia e Roberto Canevari, Referente di progetto Pavia Digital Library – Università di Pavia).

 

Digital Library Pavia è uno straordinario ecosistema di oggetti digitali che provengono dai patrimoni archivistico, museale, bbliotecario, dal Centro manoscritti e dal CeSUP dell’Università di Pavia.

Caratteristica principale è la coesistenza di risorse di diversa natura (libri antichi, materiale d’archivio, oggetti museali, materiale documentario…) ciascuna delle quali caratterizzata dai propri standard di descrizione e da entità e relazioni.

Questo progetto vuole offrire una struttura unitaria in cui realizzare, per la prima volta, una digital library GLAM-MAB e soddisfare le esigenze di pubblici diversi: studio e ricerca, divulgazione e coinvolgimento.

La risposta alle necessità scientifiche è una digital library con la quale studiare il contesto storico e geografico degli oggetti digitali navigati, ponendo in relazione con essi persone, luoghi, eventi, concetti, interpretazioni, opere, … Per la prima volta è possibile anche mantenere la navigazione dell’albero archivistico che convive con le strutture logiche degli altri materiali (bibliotecari, museali, …).

L’incontro con i materiali digitali da parte di altri pubblici è basato sulla creazione di una relazione empatica. Si lavora, quindi, in termini di audience engagement e audience development. In questo è fondamentale il contributo del Viewer IIIF che rende la navigazione ricca di suggestioni e di incanti.

Tutto questo è stato realizzato con la nuova piattaforma DSpace-GLAM di 4Science: open source, sostenibile, aperta, interoperabile. Scopriamola insieme.

Partner

Con il contribuito di

regione-nuovo.png

Con il patrocinio di

In collaborazione con

eblida_450x450.jpg

Biblioteche oggi - EDITRICE BIBLIOGRAFICA srl  Via San Francesco d'Assisi 15 - 20122 Milano  P.IVA, C.F. 01823660152 - Tel. +39 02 36747614 - http://www.bibliografica.it  e-mail: bibliografica@bibliografica.it

  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube